mercoledì 14 giugno 2017

Sulla crisi venezuelana, 10°

Ed infine, dopo questo lungo girovagare per il territorio venezuelano, avendo visto posti stupendi, gente ospitale, venne il giorno del rientro.
Una grandi voglia di restare, di vendere tutto ed incominciare un'altra vita ... in una nazione bellissima.
E sulla scaletta dell'aereo ... la commozione di lasciare un posto che ti è entrato nel cuore.
Ed ancora oggi il Venezuela è nel mio cuore.
Ed ecco perchè seguo la crisi economica venezuelana, perchè dentro il mio cuore c'è quel momento di debolezza di voler rimanere lì, momento che non è mai stato seppellito e che non si è mai sopito, ed ogni tanto riaffiora.

Nessun commento:

Posta un commento