domenica 25 giugno 2017

La siccità è anche in Sicilia

Telegiornali e giornali pieni di notizie sulla siccità al nord e centro Italia. 
E' sempre così; quando in quelle regioni non piove per qualche mese, allora si grida all'allarme siccità.
Qui da noi la siccità la soffriamo ormai per il quinto anno consecutivo, e nessuno che lo fa notare.
Nessuno che dica al Governo "ci siamo anche noi"!
Nessuno che prenda carta e penna e scriva "la Sicilia è da anni che soffre per la mancanza di piogge".
Nessuno che protesta; nessuno!
Eppure lo sapiamo tutti: tecnici, agricoltori, funzionari, lo sappiamo tutti in che grave situazione ci troviamo ... eppure c'è una sorta di omertà ... come se tutto andasse bene.

Incubo in tangenziale di Catania

Dopo decenni e decenni l'ANAS si decide a ripavimentare la zona dei caselli di San Gregorio di Catania, e siccome non fa i lavori di notte, è da oltre una settimana che gli automobilisti vivono incubi di code chilometriche ed attese infinite.
Il primo giorno, a causa di una serie di incidenti, l'attesa è stata di oltre tre ore per percorrere quei miseri sei chilometri fra il casello di Acireale e quello di San Gregorio.
E i lavori non sono ancora finiti; riprenderanno lunedì ... in una Sicilia che si allontana sempre più dall'Europa ...

Fiumi e torrenti


A chi non è capitato di "imbattersi" con una torrente, "vallone" fosso di sgrondo, e non sapere se quello fosse o no uno dei tanti corsi d'acqua "pubblici"?
Ecco che nella Gazzetta Ufficiale n. 238 del 1971 si trova l'elenco di tutti i corsi d'acqua pubblici siciliani:

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 dicembre 1970, n. 1503 

Trasferimento alla Regione autonoma della Sicilia delle acque pubbliche esistenti nel territorio dell'isola.

Qui sotto la Gazzetta Ufficiale

sabato 24 giugno 2017

Sulla Xylella Fastidiosa

Ho già scritto una trentina di post sulla problematica instauratasi con l'arrivo della Xylella Fastidiosa, e purtroppo le zone infette vanno via via aumentando.
Nel frattempo l'Unione Europea "bacchetta" l'Italia, asserendo che non ha fatto abbastanza per contenerne l'espansione.
La Commissione Europea, infatti, accusa l'Italia di ritardi eccessivi sia per il monitoraggio che per l'eradicazione delle piante infette.
E l'Unione Europea aveva stanziato 10 milioni di euro per effettuare il contenimento dell'infezione, di cui solo la metà sono stati impegnati dalle regioni interessate, ma a tutt'oggi non erogati agli agricoltori.

E nel frattempo la Xylella avanza ... abbiamo già visto con la "tristeza" degli agrumi cosa succede ...

PSR Sicilia 2014/2020: Misura 3.1 - avvio procedimento

L'Ispettorato dell'Agricoltura di Messina ha avviato il procedimento amministrativo per le istanze pervenute per la MISURA 3 - Sottomisura 3.1“Sostegno alla nuova adesione a regimi di qualità”.

Qui sotto i documenti.

Nuove autorizzazioni impianti viticoli

Pubblico il Decreto e l'elenco dei nuovi impianti viticoli autorizzati in Sicilia nella campagna 2016/2017.

Caldo in arrivo

Nei prossimi giorni assisteremo ad una risalita costante delle temperature, con una impennata nella giornata di mercoledì, allorquando potranno aversi anche 42/43°C.

L'Etna continua a fumare

L'Etna continua a fumare mostrando quotidianamente il "pennacchio".
La foto è ripresa dal sito internet dell'INGV di Catania.

venerdì 23 giugno 2017

Dal virus della "tristeza" al "huanglongbing"

Quanto e come siamo danneggiati dal virus della tristezza degli agrumi (CTV) lo sappiamo già, nell'assoluto silenzio delle istituzioni.
Ma può essere grave l'arrivo del "huanglongbing" (HLB) non lo sappiamo ancora, ma possiamo solo leggere i dati allarmanti dei paesi vittime di questo terribile batterio.
Nei giorni scorsi su Freshplaza è apparso un articolo nel quale è stato pubblicato che la "Galizia e Portogallo rinunciano ai loro tentativi di eradicare il vettore del citrus greening":

Una notizia disarmante: assisteremo ad una altra distruzione di massa degli agrumeti, appena riconvertiti (per chi ce l'ha fatta)???

Qui sotto, in formato grafico, una pubblicazione dell'Informatore Agrario (che ringrazio) dei colleghi  V. Catara, R. D’Anna,  S. Davino, P. Bella, R. La Rosa, R. Fisicaro, F. Conti, che è riportata sul sito del Servizio Fitosanitario Regionale al seguente indirizzo:

Gli stipendi dei neolaureati

Su Wired giorni fa è stato pubblicato un articolo sulla inadeguatezza degli stipendi dei neo-laureati.
Segnalo il link per la lettura:

PSR Sicilia 2014/2020: Comitato di Sorveglianza

Riporto il comunicato del PSR Sicilia 2014/2020 sul comitato di sorveglianza:

PSR Sicilia 2014-2020 - Si comunica che in data 26 giugno 2017 alle ore 9,30 si terrà, presso lo Splendid Hotel La Torre (via Piano Gallo 11 - 90133 Palermo - loc. Mondello) la riunione del Comitato di Sorveglianza del PSR Sicilia 2014/2020.

PSR Sicilia 2014/2020: Misura 13 - gli elenchi regionali

Sul sito internet istituzionale del PSR Sicilia 2014/2020 è apparso questo comunicato:

Misura 13 Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici – bando 2016 - AVVISO - con Decreto del Dirigente Generale n. 1649 del 20/06/2017 sono stati approvati gli elenchi regionali delle domande ad istruttoria automatizzata e delle domande ad istruttoria manuale distinti per operazione 13.1.1, 13.2.1 e 13.3.1. Si ricorda che entro 30 gg. dalla data odierna, per le domande ad istruttoria regionale, i richiedenti dovranno presentare al Servizio Ispettorato agrario competente per territorio, la copia cartacea della domanda, nonché la documentazione necessaria per procedere all'istruttoria regionale. Si comunica inoltre che così come riportato nell'art. 2 del decreto citato, per l' operazione 13.1.1 si procederà alla riduzione proporzionale del premio al 53% per le colture foraggere e pascoli delle aziende zootecniche ed al pagamento di € 25 ad ettaro per gli interventi sui seminativi e colture permanenti, e per l' operazione 13.2.1 al pagamento di € 25 ad ettaro sia per gli interventi sui seminativi e colture permanenti che per le colture foraggere e pascoli delle aziende zootecniche.

Qui sotto il Decreto in formato grafico, ed il link per scaricare gli elenchi regionali

PSR Sicilia 2014/2020: le FAQ delle Misure 7.2 e 7.5

Pubblico le FAQ rese disponibili sul sito del PSR Sicilia 2014/2020, relative alle Misure 7.2 e 7.5.

giovedì 22 giugno 2017

Ancora sulla siccità

Dopo il post sulla siccità dell'altro ieri ho ricevuto alcuni commenti sulla pagina Facebook del collega dott. agr. Luigi Pasotti, un tempo responsabile del SIAS, che mi indica un link interessante dell'Osservatorio delle Acque, che vi invito a visitare:

E poi ha aggiunto:
 Ciao Corrado, mi permetto di sottoporti il Bollettino regionale di siccità che abbiamo ripreso ad elaborare all'Osservatorio delle Acque, per ora concentrato sulla siccità meteorologica, ma che presto estenderemo alla siccità idrologica.

Dal punto di vista della siccità a breve termine, analizzata con l'indice SPI a 3 mesi, ti confermo che la siccità attuale è tra le più gravi mai registrate nella storia meteorologica della Sicilia, superata negli anni recenti solo dall'annata 2006 nella Sicilia sud-orientale.
Se tuttavia estendiamo l'analisi ad un intervallo più lungo, 6 mesi o addirittura 12 mesi, i totali di precipitazione sono sì generalmente sotto le medie, ma non in modo eccezionale. Siamo ancora molto lontani da siccità storiche come quelle del 2002 o del 1989-90.
L'analisi sulle risorse idriche disponibili vede situazioni critiche soprattutto in due aree: il Palermitano e il Calatino. Nel Palermitano in realtà la penuria d'acqua è dovuta, per la diga Rosamarina, alla riduzione del volume invasabile legato alla necessità di interventi sulla diga.
Il Calatino ha visto in effetti due anni consecutivi di piogge scarse, che si traducono in volumi decisamente scarsi invasati nel lago Ogliastro.

Le rimodulazioni tariffarie

Stiamo assistendo alla "guerra" fra gli operatori di telefonia mobile, e presto arriveranno anche operatori "virtuali".
Pacchetti di traffico telefonico, pacchetti dati, Gb e Gb in offerta, e scontistiche per chi fa il cambio operatore.
Nel frattempo per chi resta ... rimodulazioni selvagge ... con sovrapprezzi e arrotondamenti di piani che venivano fatti sottoscrivere (con vincoli di parecchi mesi) teoricamente "per sempre", ma che così non è stato.

E poi ... mentre ci lamentiamo di qualche euro in più al mese ... mi viene in mente "lo scatto alla risposta", o le tariffe a 1.900 lire al minuto ...

mercoledì 21 giugno 2017

Portogallo in fiamme

Ciò che è avvenuto in Portogallo, può avvenire dovunque.
Mi riferisco all'immenso incendio, alimentato dal forte vento, che ha interessato una vastissima area di boschi, all'incirca 4.000 ettari, e che ha causato 64 morti e centinaia di feriti.
Automobilisti bloccati lungo la strada che lambiva o penetrava il bosco, e morti carbonizzati, dopo essere stati intossicati dai fumi.
Persone che scappavano e sono state trovate morte all'interno del bosco perchè asfissiate dai fiumi.
Scene apocalittiche e l'impossibile vittoria dei pompieri, su di un incendio enorme e devastante, causato, a quanto pare, da un fulmine caduto su di un albero, e dalle condizioni meteo avverse, ovvero caldo e venti forti, che hanno fatto il resto.

Davanti a questi scempi si rimane veramente senza parole. La natura che scatena l'incendio, e la natura che causa vittime innocenti.

Sulle assicurazioni in agricoltura

Non è la prima volta che scrivo sulla inopportunità del sistema assicurativo agricolo così per com'è strutturato.
Le compagnie assicurative hanno incasso imponenti, ma agli agricoltori vanno sempre e solo le briciole.
Aggiungiamo, poi, che da alcuni anni è l'Agea ad effettuare i rimborsi delle quote spettanti si sui premi assicurativi che sui rimborsi di eventuali danni, ed ecco che nasce il malcontento, a causa dei soliti estenuanti ritardi.
Eppure l'assicurazione sarebbe, dico sarebbe, il miglior mezzo per tutelarsi; ed invece ... ecco che spesso è solo un salassa a carico degli agricoltori.
Riporto qui sotto un link della testata online Freshplaza, che proprio ieri ha pubblicato un articolo sulle assicurazioni a firma di Cristiano Riciputi:

Corso di formazione Fondamenti di analisi sensoriale

Ricevo dalla dott.ssa Marina Scandura e pubblico la locandina del Corso di formazione Fondamenti di analisi sensoriale, che mira a "fornire una conoscenza generale sulle procedure usate nell'analisi e addestrare giudici capaci di analizzare, riconoscere e descrivere gli stimoli sensoriali. Il corso consentirà di acquisire un vocabolario specifico e procedure di analisi, necessari per operare nel gruppo (Panel) chiamato a valutare le proprietà dei prodotti, per differenziarli o tracciarne i profili".


Disposizioni per la crescita del Mezzogiorno

Sulla Gazzetta Ufficiale i ieri, la n. 141, è stato pubblicato:

DECRETO-LEGGE 20 giugno 2017, n. 91 
Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno

Il Decreto Legge entra in vigore già da oggi.

Qui sotto il testo del decreto legge.

Il solstizio d'estate

Ieri su Facebook il mio amico Giuseppe Tomarchio ha pubblicato un post che riporto con piacere, considerato il fatto che quanto scritto non è molto conosciuto.
Domani sarà il giorno del solstizio d'estate e inizia così il periodo estivo!
Ci fa piacere segnalare che sarà possibile, domani 21 giugno, osservare il fenomeno astronomico sulla Meridiana del Duomo di Acireale, dalle ore 12.45 e fino a circa le 13.05, quando il "raggio di sole" attraverserà la linea meridiana tracciata sul pavimento della Cattedrale e nel punto più vicino alla Cappella di Santa Venera.
Per l'occasione la Chiesa resterà aperta a quell'ora per osservare il fenomeno astronomico.

Ed in effetti da bambini andavamo con mio papà a vedere il raggio di sole sulla meridiana ...

martedì 20 giugno 2017

Sulla siccità

Da diversi mesi molte regioni del nord Italia si lamentano della siccità, delle piogge assenti, e delle nevicate invernali ridotte.
Da qualche settimana il problema della siccità viene continuamente ripetuto nei vari telegiornali, ed alcune regioni chiedono anche lo stato di calamità naturale.
E fin qui è giusto e sacrosanto.
Ma mi chiedo: ma in questa Sicilia che da oltre quattro anni il problema della siccità è diventato assillante, come mai la politica è del tutto assente?
Ma come mai che nessuno pone accento sul problema, che investe tutti?
Mah!

Amarcord

Qualche giorno fa ho trovato una vecchissima tabella ancora appesa in una di quelle che fu una delle banche siciliane: la Sicilcassa.
Nacque nel 1861 e fu una delle banche più importanti dell'isola: un quinto dei siciliani aveva un conto corrente lì.
Nel 1997 venne acquistata dal Banco di Sicilia, assorbendo quasi 250 sportelli bancari e quasi 4.000 addetti.
Poi ... sparì lentamente ...


Ritorna il caldo

Dopo tre giorni di tregua dalle alte temperature , ecco che da oggi ritorna il caldo.
Da oggi e fino a domenica le temperature saliranno progressivamente fino a sfiorare i 35°C.
E l'estate è arrivata.